Navigare Facile

L'UniversitÓ di Camerino

L'antica tradizione culturale e scolastica di Camerino

Camerino Ŕ famoso per la sua rinomata UniversitÓ ? chiamata anche Unicam- che richiama studenti da tutte le parti del mondo, sia per la magnifica ambientazione, sia per la sua lunga tradizione culturale.


La tradizione scolastica a Camerino Ŕ infatti di antica origine; pare infatti che giÓ nel ?300 vi fossero numerose scuole superiori in particolare a indirizzo giuridico.
Nel 1336 il cardinale Bertrand di Deaulx concesse al Comune la facoltÓ di conferire titoli quali 'notaio', 'consigliere', 'capitano delle arti'.
Nel 1377á il Papa Gregorio XI con una Bolla autorizzava il comune a conferire lauree ( i 'baccellierati') e dottorati previo opportuno esame.
Il 15 luglio 1727 , con la Bolla 'Liberalium Disciplinarum', Benedetto XII rifonda l'UniversitÓ inserendovi le facoltÓ di Teologia, Giurisprudenza, Medicina e Matematica; a partire dal 13 aprile 1753 le lauree camerine vennero riconosciute valide per tutto il territorio del Sacro Romano Impero Germanico dall'imperatore Francesco Stefano I d'Asburgo.

Durante il dominio napoleonico l'UniversitÓ rischia di chiudere ma Pio VII la ripristina provvisoriamente a partire dal 30 settembre 1816 fino a che Leone XII il 28 agosto 1924 con la Bolla 'Quod Divina Sapientia" definisce la struttura dell'Ateneo e delle sue facoltÓ.
Nel 1861, con l'annessione al Regno d'Italia, l'UniversitÓ venne proclamata Libera.
Dal 1958 Ŕ UniversitÓ Statale e comprende le facoltÓ di Architettura, Farmacia, Giurisprudenza, Medicina Veterinaria e Scienze e Tecnologie, in parte dislocate in poli didattici distaccati quali Ascoli Piceno, Matelica, Recanati e San benedetto del Tronto.

La Sede principale Ŕ situata nel Palazzo Ducale di Torre, un tempo dimora della famiglia Da Varano, e comprende anche la Biblioteca Valentiniana, il Giardino Botanico, il Museo Zoologico, l'Osservatorio Meteorologico.