Navigare Facile

Storia di Camerino

Dagli Umbri Camerti alla Resistenza

Nel II millennio a.C. Camerino era abitata dagli Umbri Camerti, che le diedero il nome.
Durante la seconda guerra sannitica (343- 341 a.C.) fu alleata dei Romani, con cui nel 309 a.C. strinse un patto di 'aequum foedus' cioè parità.

La pacifica relazione con i Romani continua negli anni tanto che durante la seconda guerra punica ben 600 Camerti combattono nell'esercito romano (219 ? 202 a.C.).
Nei primi secoli d. C. Camerino è un fiorente municipio e durante la guerra civile ( 49 a.C.) parteggia per Pompeo.
Nel V secolo d.C. subisce l'invasione dei Goti che combatte con forza fino a sconfiggerli 552.
Successivamente fece parte dell'esarcato bizantino fino al 592, quando divenne un ducato longobardo. Alla fine del settecento Carlo Magno ne fece il capoluogo dell'omonima Marca, che dall'Appennino arrivava fino al mare Adriatico. Nel XII secolo passa sotto la Marca di Ancona, controllata dalla Chiesa.

Già dal 1000 Camerino era un comune fiorente, inizialmente ghibellino e poi dal XIII secolo Guelfo; nel 1240 divenne la sede ponitificia della Marca e per questo fu attaccata nel 1259 dalle truppe del re di Sicilia Manfredi, capeggiate dal suo vicario Percivalle Doria.
La città ne uscì devastata ma si riprese grazie a Gentile da Varano, che ne fece una Signoria ? Ducato a partire dal 1515 con Giovanni Maria da Varano.
Nel 1545 la città torna sotto l'influenza dello Stato Pontificio, divenendo capoluogo di Delegazione Apostolica. Inizia così il declino di Camerino, che nel 1700 è ridotto principalmente a borgo agricolo, anche se si organizzano fiere del bestiame e scambi commerciali.
Con l'invasione Napoleonica la situazione non migliora ed anche la successiva conquista austriaca risolleva la città.
Solo nei primi dell'Ottocento ritornò alla Chiesa e lo rimase fino al 1849, quando in seguito a movimenti liberali divenne comune autonomo.
Nel 1860 il comune venne annesso al Regno d'Italia, in seguito a due plebisciti in cui la popolazione di dimostrò a favore.
I suoi cittadini partecipano attivamente alle due Guerre Mondiali; Camerino è una delle Città decorate al valore militare per la Guerra di Liberazione (medaglia d'argento).